domenica 23 agosto 2020

La Terza Onda

La prima onda surfata in città Monaco, presumo già negli anni 70, è stata quella alla Floßlände, la breve discesa all'arrivo delle zattere che portano i turisti in giro sull'Isar. Un'onda non impegnativa, adatta anche ai principianti, che fino a qualche anno fa era stata il teatro del Munich Surf Open, l'evento più importante della stagione surfistica in città.
Poi i surfisti più esigenti si erano spostati sull'onda più aggressiva dell'Eisbach, tappa ormai obbligatoria anche per tutti i turisti di passaggio a Monaco, e anche di surfisti famosi come Jack Johnson, cantante hawaiano che a Monaco per un concerto non si è lasciato scappare l'occasione di cavalcare quest'onda cittadina. Un onda dove è facile vedere una ventina di surfisti "in coda" nei mesi estivi, ma sempre trafficata anche in inverno quando la città è coperta di neve, anche di sera con le luci artificiali alimentate con i generatori. 
Qualche anno fa si era diffusa la voce di una terza onda, all'interno dell'Englischer Garten, non lontana da quella dell'Eisbach; anche questa abbastanza facile, adatta anche ai meno esperti, ma che all'inizio non era molto frequentata. Poi però si è sparsa la voce, e nonostante il "fastidio" dei bagnanti che attraversano l'onda mentre scendono il canale trasportati dalla corrente, la terza onda è diventata sempre più popolare, come si può notare nelle foto e nei video di questa'anno.



Poi ci sarebbe anche una Quarta Onda, ma questa è un'onda giovane che si deve ancora 'formare' ;-)


domenica 16 agosto 2020

Vacanza di Prossimità

Sicuramente non è un'estate normale, quella dei ritmi e riti dettati dalla pandemia, e così anch'io mi sono adattato e convertito alla vacanza di prossimità, in compagnia della mamma Camilla che invece non si è lasciata intimorire dal virus. 
Lei come al solito è venuta ospite a casa mia a Monaco, e poi insieme siamo andati in giro per la Baviera a godere delle bellezze naturali e di quelle di alcune città storiche.
I primi tre giorni li abbiamo passati intorno a Murnau, passando le giornate sui alcuni dei laghi a sud di Monaco, io ad esplorare le rive con il SUP e la Camilla a dirigere le spiagge: prima allo Staffelsee, poi al Walchensee, il laghetto di montagna dove si fa anche il wind/kitesurf, ed infine al Kochelsee.
Quindi dopo una notte al Leo99, abbiamo puntato a nord, facendo prima una sosta a Norimberga, poi un paio di giorni nella bella cittadina fortificata medioevale di Rothenburg ob der Tauber, un salto alla Residenza di Würzburg, e sulla strada del ritorno un giretto a Ulm a visitare il Münster e il pittoresco quartiere dei pescatori.