sabato 10 luglio 2021

Back to the Movies

Dopo un anno di pausa, quest'anno è ritornato il FilmFest München, giunto alla sua 38esima edizione. Un programma in versione ridotta, se paragonato agli anni precedenti, e con un misto di sale tradizionali e cinema all'aperto, che visto il tempo instabile di questi giorni non è stata una grande idea.
Non essendoci il solito pacchetto 5x (prendi 5 paghi 4), quest'anno ho comprato solo 4 biglietti, naturalmente tutti al chiuso, le mie prime visite al cinema in quest'anno complicato. Per il primo film, il brasiliano A Nuvem Rosa, ho scelto una location nuova e particolare, il Sugar Mountain, un vecchio complesso industriale riconvertito a centro di aggregazione cultarale e sportivo. Il film racconta di una nuvola rosa che appare all'improvviso in tutto il mondo e che uccide chiunque resti all'aperto; così tutti sono costretti ad un vero lockdown, nel posto e in compagnia delle persone con le quali si trovavano in quel monmento. Ah, il film è stato girato nel 2019.


Per il secondo film ho scelto la comodità dell'Astor Film Lounge, una delle sale più belle della città, per Home, un film girato in USA da una giovane attrice e regista tedesca, Franka Potente, con una bravo Jake McLaughlin come attore protagonista.


Non poteva mancare un film al Gasteig, quello che nelle edizioni normali era la sede del FilmFest, dove si tenevano tutti gli eventi e gli incontri principali; La Nuit de Rois, un film Francese-Ivoriano, che racconta di un giovane appena arrivato alla famigerata prigione La Maca, che viene costretto a raccontare una storia per poter sopravvivere qualche ora.


Per finire in bellezza, un altro film all'Astor, in un sabato finalmente soleggiato dopo un bel giretto in città in bicicletta: Mainstream, um film particolare che non so ancora giudicare, con uno spumenggiante Andrew Garfield e una brava e simpatica Maya Hawke, già apprezzata nella terza stagione di Stranger Things (sì, anch'io ho visto qualche serie, ma poche). La regista è Gia Coppola, nipote del nonno Francis Ford Coppola e della zia Sofia Coppola, e 'cugina' di Nicolas Cage: nel cast del film c'è anche l'altro 'cugino' Jason Schwartzman, figlio di Talia Shire, sorella di Francis Ford, l'Adriana nel primo Rocky. Per la cronaca, Maya Hawke è la figlia di Ethan e Uma Thurman.


domenica 13 giugno 2021

Vacanza in Italia

Sono passati quasi 6 mesi dall'ultima volta che ho varcato le frontiere verso sud per passare qualche giorno, senza quarantena, a casa a San Giorgio, e dopo qualche discussione col capo sono riuscito finamlente a prendere una settimana libera per una Vacanza in Italia.
E questa volta, oltre alle solite faccende domestiche e di giardinaggio (come crescono i kiwis col clima del nord Italia), è stata quasi una vera vacanza, visto che in macchina invece delle casse di birre c'erano il SUP e la ebici.
Così insieme all'amico Alberto, ho fatto qualche giretto in bici nei parchi e lungo i fiumi ed i canali della zona: per scaldarsi, un giretto al Parco del Roccolo con tappa al bosco del WWF di Vanzago e al laghetto di Cantone dove abbiamo scoperto si può fare del wakeboarding. Il giro più lungo, da casa al Monastero di Torba lungo la bella ciclabile della valle del fiume Olona, con la ricerca di una gelateria aperta lungo il percorso di ritorno. E per finire, un'altra bella ciclabile lungo il canale Villoresi, con sosta ad Arconate a casa del Callini, e ritorno attraverso il Parco delle Roggie.
Il Lago d'Orta ed il promontorio di Orta San Giulio è stato invece la meta del giretto in SUP, insieme all'amica e principiante sulla tavola, Arianna: parcheggiato in paese, a piedi con il SUP nel trolley giù verso il lago per arrivare al noleggio, e poi un bel giretto lungo le sponde del lago ad ammirare le storiche case del paese. Proprio una bella settimana, poco relax ma tanta attività e divertimento, e naturalmente le solite cene con gli amici di sempre
.

domenica 30 maggio 2021

Ebici a Maggio

Quest'anno la primavera non è stata molto favorevole, rinchiusi in casa a fare home office senza grandi oppurtunità di uscite visto le regole di lockdown ancora vigenti, e considerando anche che il tempo era spesso freddo e piovoso.
Per fortuna che il mese di Maggio c'ha regalato qualche weekend soleggiato e caldo abbastanza per pianificare un paio di giri in ebici, in trasferta.
Il primo giro partiva da Miesbach, ridente cittadina a sud di Monaco, salendo al lago Schliersee che si costeggiava lungo la riva ovest, per ritornare tra i boschi seguendo il fiume Leitzach, su e giù per e colline bavaresi (tanto col motore sembra tutto in piano).
L'altro giro, pianificato sempre grazie all'app Komoot, partiva invece da Wolfratshausen per scendere verso sud lungo il fiume Loisach, e risalire verso nord seguendo l'Isar, il fiume che poi attraversa Monaco.
Due giri molto belli, con panorami diversi sempre immersi nella natura, qualche volta anche troppo soprattutto quando invece di seguire le indicazioni dell'app ho insistito a modificare il percorso, finendo su percorsi 'pedonali' dove la bici non passava e doveva essere portata a spalla.

domenica 11 aprile 2021

3 Laghi e mezzo

Dopo aver comprato la ebici alla fine dell'estate scorsa, i miei giri turistici-esplorativi sono quasi sempre stati circoscritti a zone vicine al Leo99, soprattutto verso le praterie a nord della città, lungo l'Isar o nelle campagne a est.
Ma con l'arrivo della primavera ho pensato che era ora di ampliare i miei orizzonti e di cominciare a pianificare giri "in transferta" verso i grandi laghi a ovest o le colline a ridosso delle montagne a sud.
Così una domenica mattina, o meglio verso mezzogiorno (per me la domenica mattina è più una leggenda metropolitana), ho caricato la ebici in macchina e sono andato a Weißling, il paesino che avevo designato come partenza per il giro dei "3 laghi e mezzo". Il mezzo è il laghetto del paesino, alla conclusione del giro, mentre gli altri 37 Km mi avrebbero portato a costeggiare i 3 laghi, il Wörthsee, il Pilsensee e l'Ammersee, con una sosta anche alla mia "spiaggia di casa" nella baia di Herrsching.


sabato 3 aprile 2021

Il Sabato pomeriggio in giro a zonzo in città

Supportato dal meteo (o dalla meteo come dicono in Svizzera) che ultimamente c'ha regalato dei bei weekend soleggiati, grazie anche al Granducato di Baviera che ci ha concesso la libertà di girare liberamenti sui territori nonostante tutte le altre confuse regole, e soprattutto spinto dal mottore elettrico della ebici, questa primavera i sabato pomeriggi sono diventati occasione di giretti a zonzo in città a scoprire quartieri e parchi poco conosciuti (per me).
Uno di questi giri mi ha portato verso nord nella 'riserva naturale' della Panzerwiese, il prato del panzer, una vasta zona verde con annessa foresta che si esende ad est fino al nuovo stadio di calcio dell'Allianz Arena.
I giri seri con la ebici invece sono riesrvati alla domenica, ma quelli li posterò un'alra volta ...